Blog della poesia - pensieri

il due agosto 1980

PDF Stampa E-mail
Scritto da pardo mariani   
Martedì 02 Agosto 2011 16:21



SENTIMENTO DI MORTE



Odore acre.



Nell’aria serena



mi



torna in mente.



L’alba è da poco trascorsa.



Brividi di freddo,



le membra attanagliano.



La fine



e’



imminente.



Solo, nell’aria il sibilo del vento,



un vento di morte,



fanciulli e ragazzi



ignari,



la tragedia



sentono nell’aria,



tersa.



Forse voli fantastici



nella mente si fingono;



le labbra calde di madre



soffrono del freddo



di una morte giovane.



Pianto accorato tra ferri



nostalgici.



Ricordi di ore tremende passate!



La mente ritorna alle sbarre



di una via ferrata



di una stazione straziata



da strilli,



da alibi non mai cercati dalla vita.



Testimonianza distrutta.



Silenzio



nell’aria, la morte!



Il fragore!



L’orrendo massacro.



Lunghe file di morti



in attesa



di una risposta



che mai…



forse…



verrà.



La notte si fa presente



alla mente,



ricordi!



La vita ha ancora una volta tradito.



L’ultimo grido ormai è cessato.



La strage è compiuta,



la società,



concosce ancora



una volta



la fine!







Tratto dalle poesie di Pardo Mariani
dal titolo “Per ritrovar me stesso”

 

burqa oggi donna

PDF Stampa E-mail
Scritto da pardo mariani   
Domenica 26 Giugno 2011 12:01



Burqa –Oggi donna



Camminando
fra una folla anonima,



solo dagli occhi vedi la vita



che ti
circonda,



la rete che ti separa dalla realtà



è il simbolo
di un maschilismo esasperato.



Tu forse
piangi lacrime amare



Ma la
lacrima non vista



Ti solca il
viso scarno,



tutto sembra
non essere cambiato



è la stessa
storia



quella di
una donna venuta da lontano,



da un mondo
dove l’amore non esiste,



l’amore è
predicato



ma si
traduce in una sorda violenza.



Oggi sei qui
donna



Sei
sopravvissuta all’onda rabbiosa del mare.



Oggi vuoi
conoscere i tuoi diritti ,



come quelli
delle altre.



Si sono
donne come te



E oggi ti
guardano



e sono loro che portano il burqa



perché tu
possa vedere la tua realtà.



Fai scendere
quell’abito scuro



E fa che il
vento ti accarezzi



Il viso e i capelli
che svolazzando



Possano
gridare a quelli che ancora non ti
conoscono.



Oggi
finalmente hai capito che sei donna



E vuoi
vivere da donna.




(Pardo Mariani)

 

SILENZIO

PDF Stampa E-mail
Scritto da Pardo Mariani   
Mercoledì 06 Aprile 2011 13:23
Leggi tutto...
 

Poesia - Blog

PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 03 Aprile 2011 13:09

Articolo di partenza per la gestione del blog della poesia.